Tu sei qui

Sicilia: Commissario Giugni vede Musumeci e sindaci, sinergia su interventi depurazione

Punto col Governatore sui principali interventi nell’isola, pareri regionali e riutilizzo acque-fanghi. Il nuovo Commissario incontra anche i Sindaci di Palermo, Catania e dell’agglomerato carinese. Due i cantieri partiti in settimana, a Sant’Agata di Militello e Marsala


Roma, 8 luglio - Il nuovo Commissario Unico per la Depurazione Maurizio Giugni ha svolto una serie di incontri, tra la Sicilia e Roma, per fare il punto con Regione ed Enti Locali su alcuni tra i più importanti interventi necessari a far uscire gli agglomerati siciliani dalle infrazioni comunitarie.

Incontrando venerdì scorso a Palazzo D’Orleans il Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, il Professor Giugni ha chiesto un lavoro in sinergia con la Regione per accelerare l’ottenimento dei pareri per gli interventi di depurazione oggetto della condanna di Corte di Giustizia europea in Sicilia per il cattivo trattamento delle acque reflue in aree urbane. Nel corso dell’incontro, cui era presente anche il Subcommissario Riccardo Costanza, si è fatto il punto su tutti gli interventi nell’isola e affrontato il tema della collaborazione tra le due istituzioni sullo sviluppo di due pratiche che possono portare importanti benefici ambientali anche per l'isola: il riutilizzo irriguo delle acque reflue trattate e la gestione razionale con il possibile riuso dei fanghi di depurazione.

In videoconferenza il 7 luglio la Struttura Commissariale ha poi incontrato il Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, Presidente regionale dell’ANCI: si è discusso delle linee programmatiche del nuovo Commissario, con un focus sulle opere previste in Sicilia, nel comune capoluogo e l’individuazione di possibili forme di collaborazione permanenti.

Con il sindaco di Catania Salvo Pogliese, incontrato nel comune etneo venerdì scorso assieme al Presidente Fabio Fatuzzo di SIDRA, il Responsabile del Procedimento e la struttura di supporto, si è fatto invece il punto sull'avanzamento nei diversi lotti di rete fognaria in corso di progettazione e sul potenziamento dell'impianto di depurazione di Pantano D’Arci, di cui è in fase di stipula il contratto con il progettista.

 

 

Il Commissario Giugni ha voluto poi incontrare a Palermo, nella sede siciliana della Struttura presso la Sogesid (Società “in house” del Ministero dell’Ambiente di supporto all’attività Commissariale) i Responsabili dei procedimenti per gli interventi in Sicilia e la struttura. Due i cantieri avviati nella scorsa settimana dalla Struttura, con la consegna dei lavori a Sant’Agata di Militello, per il potenziamento dell’impianto di depurazione consortile a servizio dei comuni di Sant’Agata e di Acquedolci, e a Marsala per il completamento della rete fognante nel centro urbano.

 

Il Commissario ha successivamente ricevuto i Sindaci e i Presidenti dei Consigli Comunali di Carini, Capaci e Isola delle Femmine: nell’incontro si è discusso dell'intervento di collettamento degli agglomerati di Cinisi e Terrasini presso l'impianto di depurazione consortile di Carini e del completamento della rete fognaria dell'agglomerato di Carini. Il Commissario ha ascoltato le richieste poste dai Sindaci, guidati dal primo cittadino di Carini Giovì Monteleone, e ha assicurato la disponibilità ad effettuare gli approfondimenti richiesti non appena si avvierà la redazione del “masterplan” degli interventi.